Maratea: monumenti e bellezze naturali.
 
 
Visita: il nuovo portale del turismo in Italia
 
Home Storia Eventi Monumenti Gastronomia foto di Maratea Contattaci
 
 

Hotel della Lucania
Valle del Bussento
Golfo di Policastro
Parco del Pollino
Volo dell'Angelo
Trekking
Parco del Cilento e Vallo di Diano
Val d'Agri
Sapri
Organizzazione cerimonie di nozze
Orario treni

 
 
 


Monumenti e bellezze naturali di Maratea

  • Statua del Redentore: seconda per dimensioni soltanto a quella di Rio de Janeiro, veglia sulle terre circostanti dall’alto della suggestiva vetta di Monte S. Biagio con le braccia aperte e lo sguardo rivolto al mare. È alta 22 mt.
  • Ruderi dell’antico borgo del Castello: sotto la Statua, aggrappati ad un fianco del monte, i ruderi sono incastonati in una natura selvatica e creano ambienti architettonici intensamente evocativi.
  • Basilica di S. Biagio: realizzata tra il VI - VII sec. d. C., conserva numerose opere d’arte: nella Regia Cappella barocca sono custodite, in particolare, le Sacre Reliquie di S. Biagio, l’Affresco della Madonna del Melograno (XV secolo) e preziosi bassorilievi in marmo dell’Annunciazione (XVII secolo) e della Madonna della Sapienza (XVIII secolo).
  • Chiesetta della Madonna degli Ulivi: un antico romitorio basiliano, con affreschi del XIV-XV secolo.
  • Chiesa dell’Immacolata: da ammirare l’affresco del XIV secolo che pare raffiguri il 1° Concilio di Gerusalemme.
  • Portali: splendidi quelli in pietra lavorata (XV-XVI secolo) di Casa Calderano, Palazzo d’Orlando, Palazzo Tarantini, Casa Marini d’Armenia.
  • Convento dei Minori Osservanti: risalente al XVI secolo, è dotato di un bellissimo chiostro del Cinquecento.
  • Convento dei Frati Cappuccini: risalente al XVII secolo, ospita un interessante museo dei reperti archeologici, soprattutto di età romana, rinvenuti nel territorio marateota.
  • Chiesa di Santa Maria Maggiore: dal fianco ornato di angeli in marmo (XV secolo) con campanile d’epoca medievale, portale e coro ligneo quattrocenteschi, buone tele di Scuola Napoletana.
  • Grotta di Marina: con stalattiti e stalagmiti ed i piacevoli fondali.
  • Chiesa del Rosario: con un chiostro del XVII secolo.
  • Chiesa dell’Annunziata: con un bassorilievo dell’Annunciazione ed un busto – reliquiario di S. Biagio, entrambi del Seicento.
  • S. Ianni: isolotto dalle straordinarie trasparenze marine.
  • Marathia inferior: antico borgo arroccato su un fianco del Monte S. Biagio che conserva l’impianto medioevale con vicoli strettissimi.
  • Museo De Lieto: ospita una mostra di archeologia subacquea. Infatti i fondali hanno conservato uno dei più importanti giacimenti di anfore e ancore dell’Età Romana.



Testi: Stefania Maffeo

 
 
Previsioni meteo
 
 
Altri portali del circuito StarNetwork